La domanda giusta2018-10-04T12:53:49+02:00

FARSI LA DOMANDA GIUSTA

Per trovare le risposte che si cercano

Un giorno Alice arrivò a un bivio sulla strada e vide lo Stregatto sull’albero.
“Che strada devo prendere?” chiese. La risposta fu una domanda: “Dove vuoi andare?”.
“Non lo so”, rispose Alice.
“Allora, – disse lo Stregatto – non ha importanza.”

A differenza del passato, oggi abbiamo a disposizione una miriade di dati che ci permette di conoscere come mai prima d’ora.
I dati sono un patrimonio formidabile di conoscenza. Queste possibilità quasi infinite di conoscenza sono a volte disorientanti. Abbiamo a disposizione così tanti dati digitali da far fatica a capire da dove cominciare.

 Il segreto sta nell’individuare la domanda giusta da fare a tutto questo tesoro informativo. Più la domanda a cui rispondere sarà precisa e puntuale, migliore sarà l’output.
Un esempio. Chiedersi “Come faccio a vendere di più?” è un interrogativo troppo generico. Ma se domando ai dati “Come posso migliorare le campagne di e-mail marketing per raggiungere più prospect?” è meglio. L’output sarà verosimilmente un’analisi avanzata e in real time dei dati interessati, che mi restituirà una panoramica dello status quo e una previsione degli sviluppi futuri delle campagne, con la possibilità di migliorarle e correggerle in base alla strategia aziendale.

La domanda giusta innesca un meccanismo di ricerca che porta ad “unire i puntini” e mettere insieme data set anche provenienti da fonti esterne all’organizzazione per trovare la risposta più adeguata.

L’interrogativo corretto sorge spesso all’interno di gruppi di lavoro partecipati da professionalità differenti. Tornando all’esempio sopra citato, la domanda giusta può essere la sintesi degli stimoli del reparto vendite, del reparto marketing, della direzione aziendale e dell’ufficio dei sistemi informativi. La conoscenza passa attraverso la condivisione delle necessità e delle esperienze.

Miriade può accompagnarti ad intraprendere e strutturare correttamente il tuo viaggio nel mondo dei dati e delle analitiche avanzate.

SCOPRI COME